La pioggia gelata: frequente nella Pianura Padana.



Non si parla né di neve, né di grandine quando l’argomento è la pioggia gelata.
Solitamente cade dagli altostrati o dai nembostrati. Sono delle palline sferoidali o di forma più irregolare che, con i loro diametro di circa 5 mm, quando cadono al suolo provocano un suono molto caratteristico.

Si formano dalla neve che quando attraversa uno strato d’aria con una temperatura vicina agli 0° centigradi si scioglie in parte, per poi ghiacciare nuovamente all’impatto con uno strato d’aria con una temperatura più rigida. Per questo infatti la sua struttura è particolare: in parte liquida ed in parte ghiacciata.

In Italia è frequente nella Pianura Padana, succede spesso che uno strato di aria più fredda a bassa quota si scontra con una più calda ad una quota più alta. Questo strato con temperatura più bassa è noto come cuscino freddo, poiché la sua temperatura resta costante sotto gli 0° C per diverso tempo.

La pioggia gelata al contatto con il suolo porta al gelicidio.
Il gelicidio è uno strato di giaccio che si forma quando l’acqua, incontrando una temperatura al disotto degli 0 gradi centigradi, si ghiaccia formando uno strato molto scivoloso. Ovviamente alla guida di un’automobile, o qualsiasi altro mezzo di trasporto, su strada diventa molto pericoloso. L’asfalto diventa una lastra di ghiaccio che toglie la possibilità di avere una stabilità degli pneumatici.

Condividi l'articolo!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.